Azioni Paracetamolo

Altri analgesici ed antipiretici
Vedere più professionisti relazionati con Paracetamolo in Italia

Principi attivi Paracetamolo

Paracetamolo


Paracetamolo
Eccipienti: Acido citrico anidro, sodio bicarbonato, sorbitolo, sodio carbonato anidro, sodio benzoato, aroma arancio, acesulfame potassico, dimeticone,docusato sodico


Paracetamolo
Eccipienti: Compresse: Amido di mais, carbossimetilcellulosa sodica, silice colloidale anidra, cellulosa microcristallina, talco, magnesio stearato, amido di mais modificato. Compresse effervescenti: Acido citrico anidro,sodio carbonato anidro, sodio bicarbonato, sodio citrato anidro, macrogol 6000. Sciroppo: Alcool etilico 96%, glicole propilenico, sorbitolosoluzione, saccarosio, sodio citrato, saccarina, aroma lampone, acquadepurata. Supposte: Gliceridi semisintetici


Paracetamolo/acido ascorbico
Eccipienti: Acido citrico anidro, sodio bicarbonato, sorbitolo, sodio carbonato anidro, aspartame, aroma arancio, aroma limone, dimeticone, polisorbato20, povidone

Considerazioni Paracetamolo

Indicazioni: Trattamento sintomatico della febbre e del dolore lieve o moderato
Controindicazioni: Ipersensibilita' ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Ipersensibilita' verso altri analgesici ad antipiretici. Pazienti affetti da grave anemia emolitica. Grave insufficienza epatocellulare.Bambini al di sotto dei 13 anni. L'aspartame presente in questo medicinale e' una fonte di fenilalanina. Puo' essere dannoso per i soggettiaffetti da fenilchetonuria
Avvertenze: Dosi elevate o prolungate del prodotto possono provocare una epatopatia ad alto rischio e alterazioni, anche gravi, a carico del rene e delsangue. Non somministrare durante il trattamento cronico con farmaci che possono determinare l'induzione delle monoossigenasi epatiche o incaso di esposizione a sostanze che possono avere tale effetto. Il paracetamolo deve essere somministrato con cautela in soggetti con insufficienza renale o epatica. Usare con cautela nei soggetti con carenza della glucosio-6-fostato deidrogenasi. Durante il trattamento con paracetamolo prima di assumere qualsiasi altro farmaco controllare che non contenga lo stesso principio attivo poiche' se il paracetamolo e' assunto in dosi elevate si possono verificare gravi reazioni avverse. Non assumere il medicinale insieme ad altri analgesici, antipiretici o antiinfiammatori non steroidei. Nel corso di terapia con anticoagulanti orali si consiglia di ridurre le dosi. Invitare il paziente a contattareil medico prima di associare qualsiasi altro farmaco. In caso di reazioni allergiche la somministrazione deve essere sospesa e deve essereistituito un idoneo trattamento. Non somministrare per piu' di 7 giorni consecutivi. A causa del sorbitolo presente nel prodotto i soggetticon rare forme ereditarie di intolleranza al fruttosio non devono assumere questo medicinale. Questo medicinale contiene 14,5 mmol (o 334 mg) di sodio per compressa. Da tenere in considerazione in persone che seguono una dieta a basso contenuto di sodio
Posologia: Adulti: 2 - 3 compresse sciolte in un bicchiere d'acqua ripetibili, incaso di necessita' ogni 4-6 ore (con un intervallo minimo di 4 ore tra una assunzione e l'altra). Non superare i 4 grammi (12 compresse) nelle 24 ore. Adolescenti (13 - 18 anni): 1 compressa sciolta in un bicchiere d'acqua ogni 4-6 ore (mai meno di 4 ore tra una somministrazionee l'altra). All'occorrenza la dose puo' essere aumentata a 2-3 compresse da assumere insieme. Non superare i 4 grammi (12 compresse) nelle24 ore. Anziani: attenersi ai dosaggi minimi sopra indicati. Le compresse vanno assunte a stomaco pieno.
Interazioni: Usare con estrema cautela e sotto stretto controllo, durante il trattamento cronico con farmaci che possono determinare l'induzione delle monoossigenasi epatiche o in caso di esposizione a sostanze che possonoavere tale effetto (per esempio rifampicina, cimetidina, antiepilettici quali glutetimmide, fenobarbital, carbamazepina). L'uso prolungato del paracetamolo puo' potenziare l'effetto anticoagulante del warfarine di altri farmaci cumarinici, aumentando il rischio di sanguinamento.Nel corso di terapie con anticoagulanti orali si consiglia di ridurrele dosi. La somministrazione di paracetamolo puo' interferire con Iadeterminazione della uricemia (mediante il metodo dell'acido fosfotungstico) e con quella della glicemia (mediante il metodo della glucosio-ossidasi-perossidasi)
Gravidanza/Allattamento: Utilizzare solo nei casi di effettiva necessita' e sotto il diretto controllo del medico.

Effetti collaterali Paracetamolo

Reazioni cutanee di vario tipo e gravita' inclusi casi di eritema multiforme, sindrome di' Stevens-Johnson e necrolisi epidermica. Reazionidi ipersensibilita' quali ad esempio angioedema, edema della laringe,shock anafilattico. Inoltre sono stati segnalati i seguenti effetti indesiderati: trombocitopenia, leucopenia, anemia, agranulocitosi, alterazioni della funzionalita' epatica ed epatiti, alterazioni a carico del rene (insufficienza renale acuta, nefrite interstiziale, ematuria, anuria), reazioni gastrointestinali e vertigini. In caso di iperdosaggio, il paracetamolo puo' provocare citolisi epatica che puo' evolvere verso la necrosi massiva e irreversibile

Presentazioni di Paracetamolo

Paracetamolo Gocce os/liquido os
Flacone

Paracetamolo Cpr effervescenti/solubili
Blister

Paracetamolo Compresse
Blister

Paracetamolo Cpr effervescenti/solubili
Blister opaco

Paracetamolo Conservazione: Non richiede particolari precauzioni di conservazione. Si consiglia comunque di conservare il tubetto ben chiuso in luogo asciutto

Paracetamolo Conservazione: Nessuna istruzione particolare

Paracetamolo Conservazione: Nessuna

Paracetamolo RATIOPHARM ITALIA Srl

Paracetamolo TEVA ITALIA Srl

Paracetamolo BRUNO FARMACEUTICI SpA

Paracetamolo RATIOPHARM ITALIA Srl

Ha domande su Paracetamolo?

  • Domanda gratuitamente a migliaia di specialisti registrati in Doctoralia.
  • Gli esperti riceveranno la tua domanda e risponderanno.

La tua domanda sarà pubblicata in forma anonima

I nostri esperti hanno risposto alla seguente domanda su Paracetamolo:

buonasera vorrei sapere se il paracetamolo contenuto nel tachifloudec o nel zerinolflou
puo' essere assunto da soggetti con pancreatite acuta cronica severa?

Risposta di Dott. Federico Purgato: i siggetti affetti da pancreatite dovrebbero evita...

Vedere la domanda su Paracetamolo

Ultimi messaggi nei forum Paracetamolo

Vuoi condividere con altri utenti qualche esperienza relazionata con Paracetamolo? Visita il forum di Paracetamolo o inizia un nuovo tema
Specialisti relazionati: Medici Di Base, Medici Generale