Dott. Cosimo Roberto Russo

Dott. Cosimo Roberto Russo

  • Endocrinologia,
  • Medicina nucleare
Ingrandire
1
2

Studio privato

Via dei Fabbri, 1098028 Santa Teresa Di Riva, Messina | mappa

Riceve visita: Pazienti privati

Orario: da concordare

3

Prodilab

Via Casilina 1838 (Borghesiana)00135 Roma, Roma | mappa

4

Rxca

via dei Glicini, 93 (prenestino centocelle)00172 Roma, Roma | mappa

Riceve visita: Pazienti privati

5

Curriculum

Formazione

  • Specializzato in EndocrinologiaUniversità di Catania1980
  • Specializzato in Medicina NucleareUniversità di Firenze1984
  • Idoneità a Primario di EndocrinologiaConcorso Nazionale1989
  • Docente Master su OsteoporosiUniversità di Firenze2010
  • Docente Corso di Laurea in Scienze MotorieUniversità di Firenze2011

Percorso professionale

Iscrizione Ordine Medici: FI9197

 

 Il dr. Russo, laureato nel 1977 - a 23 anni - in Medicina e Chirurgia, specializzato in Endocrinologia nel 1980 e in Medicina Nucleare nel 1984, è stato per 20 anni dirigente medico in reparti ospedalieri di Endocrinologia e di Medicina Interna.

 Ha svolto ricerca scientifica pubblicando decine di articoli su densitometria ossea, osteoporosi e diabete, oggetto di diverse centinaia di citazioni.

Ha lavorato per un anno presso il Policlinico dell'Università di Montreal, Dipartimento di Endocrinologia, sotto la guida del prof. Pavel Hamet svolgendo attività clinica su pazienti ricoverati e ambulatoriali ed attività di ricerca sui rapporti fra diabete ed ipertensione arteriosa.

 E' docente al Master sulle Malattie Metaboliche dell’Osso dell’Università di Firenze e presso la facoltà di Scienze Motorie dell’Università di Firenze. E’ stato relatore invitato ai congressi nazionali della Società Italiana dell’Osteoporosi.

 Ha eseguito ed interpretato dal 1991 oltre 20.000 densitometrie ossee in strutture pubbliche e private.

 E’ stato un pioniere nella densitometria mediante TAC quantitativa (pQCT) del radio e della tibia.

 E’ titolare del Centro Medico per il Metabolismo per diagnosi e trattamento multi-disciplinare delle malattie endocrino-metaboliche e di Metagym, un Centro di concezione innovativa per persone con Malattie del Metabolismo, in cui si svolge esercizio fisico prescritto, adattato e supervisionato, entrambi situati a Scandicci (Firenze).

Esperto in

Lingue

  • Italiano
  • Francese
  • Inglese

Sito web

www.studiomedicodottorrusso.it

Servizi

  • Prezzo
    Prezzi orientativi per pazienti privati.

Recensioni su Dott. Cosimo Roberto Russo

Non ci sono ancora recensioni. Scrivi la prima recensione su Dott. Cosimo Roberto Russo

Risposte di Dott. Cosimo Roberto Russo

2 Risposte

0 Esperti d'accordo

0 Pazienti riconoscenti

Dott. Cosimo Roberto Russo sta rispondendo a domande che i pazienti inviarono a Doctoralia.
Più informazioni

Le domande saranno inviate dalle pagine di malattie, prove o medicinali.

Tutti gli esperti Doctoralia possono rispondere alle domande inviate degli utenti.

Non si può fare una domanda ad un professionista in particolare.

La MOC ha due scopi: diagnosi di osteoporosi e valutazione del rischio di frattura. La DXA misura accuratamente la massa ossea (non la densità) ed è adatta a diagnosticare bassa massa ossea ed osteoporosi, a patto di tener conto di alcune sue possibilità di errore, la principale delle quali è la variabilità della misura con la statura. Infatti in donne di statura molto bassa il valore della DXA è sottostimato fino a fabbricare false diagnosi di osteoporosi; l'opposto avviene ovviamente in donne alte. Per il secondo scopo della MOC, valutare il rischio di frattura, la MOC ad ultrasuoni è uguale o addirittura migliore della DXA, proprio perchè stima anche l'elasticità dell'osso e non solo la quantità di calcio. L'unico strumento che misura la vera densità ossea (volumetrica) è la pQCT (TAC quantitativa periferica), che viene eseguita a livello del polso o della tibia in pochi centri specialistici. Talora solo l'insieme di più MOC riesce a valutare compiutamente il vero stato dell'osso.

Dott. Cosimo Roberto Russo

Dott. Cosimo Roberto Russo

il respiro corto o dispnea può rappresentare una rara reazione allergica alla sinvastatina; per questo motivo è opportuno sospendere l'assunzione del farmaco e avvisare immediatamente il suo medico per escluderla. Meno rari sono disturbi muscolari collegati alle statine che possono influire sulla capacità di svolgere un'attività e produrre, in soggetti predisposti, difficoltà respiratoria. Comunque il sintomo va valutato nel quadro clinico complessivo: è sovrappeso? è aumentato di peso negli ultimi tempi, ha problemi coronarici o di scompenso cardiaco? è fumatore? la risposta a questi e altri quesiti che il medico deve porsi in questi casi possono aiutare a capire la natura del problema. Le statine sono farmaci importanti e difficilmente sostituibili e ciò dipende principalmente dal tipo e dall'entità del problema per cui sono state prescritte.

Dott. Cosimo Roberto Russo

Dott. Cosimo Roberto Russo

Foto

{0}{1}
Per offrire un miglior servizio utilizziamo cookies nostri e di terzi. Continuando accetta la nostra politica di cookies. Più info. X